ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

 

 

L'odontoiatria conservativa è quella branca che si occupa della delle carie dentarie, e della ricostruzione del dente andata distrutta

quando un dente è interessato da un processo carioso si verifica una distruzione della parte minerale del dente ad opera di alcuni acidi liberati dai microrganismi presenti nella placca batterica. La trama organica (cioè lo scheletro fatto di proteine) viene demolita ad opera di enzimi liberati dagli stessi microrganismi e ciò che ne deriva è una distruzione del dente.

Questa si può manifestare sotto forma di un piccolo punto nero o di una cavità più o meno grande

 

Carie Puntiforme

Alcune volte può capitare che un dente apparentemente sano di colpo si rompa come se esplodesse. In questi casi quello che si verifica non è altro che la formazione del processo carioso in una zona poco visibile come lo spazio interdedale o sottogengivale dove solamente un controllo radiografico può svelare la malattia. Quando la cavità è di dimensioni abbastanza grandi, capita che la parte sottoposta alla masticazione si rompa rendendo evidente la  grossa carie. Questo ditpo di lesione viene chiamata carie sottominata.

La formazione di una carie è per molto tempo silente, e man mano he la lesione progrdisce compaiono i primi sintomi rapprsentati per lo più  da sensiblità al freddo o al contatto con cibi dolci. Questa sensibilità e dovuta ad una infiammazione della polpa, che è modesta nelle fasi iniziali, ma che se trascurata può divenire una vera e propria pulpite con conseguente necessità di devitalizzazione del dente.
 

dente cariato

Carie Destruente


La cura consiste nella rimozione della parte del dente contaminata dai germi, dalla protezione della polpa e dalla ricostruzione della parte del dente andata distrutta.

Tale ricostruzione può essere eseguita con l'amalgama d'argento oppure con materiali compositi esteti (le cosidette otturazioni bianche).

Amalgama d'argento

lo stesso dente con otturazione in composito

L'amalgama d'argento è  utilizzata da molti decenni in odontoiatria, è composta da argento e mercurio che una volta miscelati formano un impasto che può essere modellato e adattato alla cavità da otturare; indurisce nell'arco di qualche. Tale otturazione è molto stabile ed in grado di proteggere il dente molto bene, di contro è esteticamente brutta e da qualche tempo sotto accusa per la possibile liberazione di mercurio -accusa che si è dimostrata infondata in numerosi studi condotti in diverse università italiane ed estere.

I materiali compositi sono prodotti acrilici che consentono di ricostruire il dente molto fedelmente sia nella forma che nel colore. Sono meno resistenti dell'amalgama, tuttavia i compositi di ultima generazione sono in grado di resistere agli stress masticatori molto bene e garantiscono un'ottima durata. possono essere eseguiti direttamente nel corso di un unica seduta (otturazioni estetiche) oppure possono essere eseguiti n 2 sedute (intarsi); quest'ultimi si preferiscono nei grossi restauri e sono delle vere e proprie protesi: nella 1^ seduta si pulisce il dente, si prepara una cavità e si prendono le impronte, in laboratorio si costruiscono gli intarsi in composito e nella seconda seduta di studio si applicano gli intarsi. Il grosso vantaggio di questi materiali è rappresentato dall'elevata esteica che permette un mimetismo toale dell'otturazione.

Otturazioni in amalgama

gli stessi denti otturati in composito

aboutus

I’m a paragraph. Double click here or click Edit Text to add some text of your own or to change the font. Tell your visitors a bit about your services.

LEARN MORE