ORTODONZIA

Ortodonzia Tradizionale

L'Ortodonzia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della correzione delle anomalie di posizione dei denti e delle mascelle. Scopo dell'ortodonzia è quello di individuare e correggere i difetti 

di allineamento e di occlusione dei denti.


LE MALOCCLUSIONI 

Ci sono 3 tipi di malucclusioni: 

di 1^ classe 

di 2^ classe 

di 3^ classe .

Nelle malocclusioni di 1^ classe mascella e mandibola sono in posizione corretta; il problema è quasi esclusivamente dentale, con affollamento e rotazioni di varia gravità.

Nelle 2^ classi i denti dell'arcata superiore sono troppo in avanti rispetto a quelli inferiori(prognatisno) oppure vi è un morso coperto, vale a dire che gli incisivi superiori coprono completamente gli inferiori.Il quadro può essere aggravato da affollamento o rotazioni.

Nelle 3^ classi vi è un problema inverso, cioè i denti inferiori sono troppo in avanti rispetto ai superiori. 

All'interno di queste malocclusioni vi possono essere altre problematiche, come ad esempio un palato ogivale poco sviluppato, denti rimasti inclusi ecc. 

Le radiografie

L'ortopanoramica e la teleradiografia del cranio ci permettono di fare (o di confermare) la diagnosi e di  pianificare il piano di trattamento più adatto al paziente.

ortopanoramica.jpg

Terapie fisse e mobili

Le terapie per la correzione delle malocclusioni possono essere fisse o mobili in funzione della gravità della malocclusione ed in relazione all'età del paziente. Alcune malocclusioni, se intercettate quando il paziente è molto giovane, possono risolversi con una terapia mobile di breve durata

.Nella maggior parte dei casi è necessaria la terapia fissa che consiste nell'applicazione di brackets (cioè attacchi metallici o in porcellana) fissati sui denti e un arco che guida i denti negli spostamenti desiderati. In quasi tutte le malocclusioni vi è infatti un problema di spazio: i denti sono più grandi delle basi ossee che li ospitano e, per questo motivo, non avendo spazio a disposizione i denti si accavallano. In questi casi è necessario ottenere lo spazio necessario espandendo le arcate o, quando è possibile, spostando in dietro i denti dell'arcata superiore (nella 2^ classe).

 Nelle 3 classi la sola ortodonzia può essere sufficiente se la gravità della malocclusione è modesta ed è presa in tenera età;altrimenti è necessario affiancare il trattamento ortodontico ad un intervento di chirurgia maxillo facciale

Ovviamente queste correzioni sono realizzabili tanto più facilmente quanto più è giovane il paziente.

 Le terapie ortodontiche nell'adulto prevedono spostamenti dentali più limitati.

Le estrazioni in ortodonzia

Talvolta, sia nell'adulto che nel bambino, lo spazio disponibile è talmente scarso che si rende necessaria l'estrazione di 2 o 4 denti  per permettere l'allineamento degli altri elementi.

L'osservazione che ci sentiamo rivolgere più fequentemente quando proponiamo estrazioni è che "è un peccato dover togliere dei denti buoni! ".

È vero che è un peccato, ma è meglio avere 2 o 4 denti in meno e delle arcate perfettamente allineate e con denti superiori che si articolano armonicamente con i denti inferiori, piuttosto che avere tutti i denti in bocca accavallati e che non si articolano bene tra di loro .

In presenza di una malocclusione si possono avere, a lungo andare, disturbi alle articolazioni della mandibola.

I denti accavallati ,inoltre, sono difficili da pulire e una cattiva igiene della bocca può causare, nel tempo, perdita dei denti e malattie delle gengive.