LA STERILIZZAZIONE DELLO STRUMENTARIO



L'igiene degli ambienti operatori insieme alla sterilizzazione dello strumentario utilizzato sono gli elementi fondamentali per il controllo delle infezioni.

 

La sterilizzazione è un processo attraverso il quale lo strumentario utilizzato viene completamente decontaminato, vale a dire al termine del quale sullo strumento non c'è traccia  di batteri, virus o spore.


Nel nostro studio tutto lo strumentario utilizzato subisce un processo di pulizia e sterilizzazione che si svolge attraverso diverse fasi e che ci assicura che gli strumenti utilizzati siano completamente sterili.

 

Disinfezione

La prima fase di questo processo è la disinfezione chimica dello strumentario.

Tutti gli strumenti utilizzati vengono immersi in un bagno disinfettante per un periodo minimo di 30 min.

Questa fase ha lo scopo di abbattere la carica microbica e virale.

I ferri,dopo questa fase, sono ancora contaminati ma hanno meno probabilità di trasmettere infezioni (e questo permette alle nostre assistenti di effettuare le fasi successive con maggior tranquillità ).

Lavaggio in vasca ad ultrasuoni

In questa fase i ferri vengono immersi in una soluzione disinfettante e detergente alla temperatura di 80° C. e sono trattati con onde soniche per circa 20 min. Questo trattamento è un vero e proprio lavaggio meccanico che permette di rimuovere i residui organici dagli strumenti. 

Lavaggio manuale ed asciugatura

Al lavaggio meccanico segue un lavaggio manuale, durante il quale i ferri vengono lavati, asciugati e controllati uno ad uno. A questo punto lo strumentario può dirsi pulito e disinfettato ma non ancora sterile.

Imbustamento e tracciatura

Successivamente i ferri vengono chiusi all'interno di buste per sterilizzazione e vengono sigillati.

Su ciascuna busta viene applicata una listella dove sono riportate le date di sterilizzazione e scadenza con il numero di lotto che identifica l'intero processo di sterilizzazione. Queste listelle, così come le buste stesse, contengono un rivelatore di sterilizzazione, cioè un'area colorata che cambia colore quando è avvenuta la sterilizzzione.

STERILIZZAZIONE IN AUTOCLAVE CLASSE B

Una volta chiusi nei pacchetti per sterilizzazione, gli strumenti vengono immessi in un'autoclave con vuoto frazionato (la più affidabile oggi disponibile). Qui vengono portati a determinate temperature e pressioni tali da garantire la completa sterilizzazione.

Come già scritto, tutto il processo viene documentato mediante la stampa dei vari momenti.

Una volta terminata la sterilizzazione, gli strumenti si mantengono sterili all'interno delle buste fino a quando quest'ultime non verranno aperte.

Ovviamente questo ciclo riguarda tutto lo strumentario utilizzato, inclusi i trapani (che vengono aperti e montati al momento del loro utilizzo).

Autoclave.png

Nel nostro studio utilizziamo 2 autoclavi di classe B, cioè la macchina più affidabile nel campo della sterilizzazione in ambito ospedaliero. Ad ogni ciclo vengono registrate  tutte le fasi  della sterilizzazione.

 

ANCHE GLI STRUMENTI RUOTANTI SONO STERILIZZATI PRIMA DI OGNI LORO UTILIZZO


Nei nostri studi, quindi, non vedrete le turbine e gli strumenti già montati sul riunito e pronti all'uso, poiché anche trapani,

ablatori, punte ecc, vengono imbustati per preservare la sterilità ottenuta e quindi verranno aperti

solamente prima del loro utilizzo, sotto i vostri occhi.