Protesi Mobile

Con questo temine viene comunemente indicata una protesi rimovibile, cioè una protesi che il paziente può mettere e togliere con facilità . 

Le protesi mobili sono essenzialmente di 3 tipi:

  • le protesi totali (la dentiera)

  • le protesi parziali

  • gli scheletrati.

LA DENTIERA:

Cos'è, come funziona,  le soluzioni alternative
 

La dentiera è forse la protesi più conosciuta, ancora oggi attuale, sicuramente molto scomoda.

Oggi abbiamo la possibilità di renderla eccezionalmente comoda....

ne parliamo più avanti alla fine di questo paragrafo.

Protesi totale (Dentiera) superiore
Protesi Total (dentiera) superiore

​​​La protesi totale (o dentiera) viene confezionata per coloro che hanno perso tutti gli elementi dentari.

E' costituita da una placca di color rosa (che occupa tutto il palato nell'arcata superiore o a ferro di cavallo nell'arcat inferiore) sulla quale sono applicati i denti in resina o porcellana. 

In questo tipo di protesi non ci sono elementi di ancoraggio e l'apparecchio poggia direttamente sulle mucose; la stabilità viene garantita da un'azione di adesione che si verifica quando tra base in resina e mucose esce tutta l'aria e  le 2 parti sono tra loro in intimo contatto (effetto ventosa).

Purtroppo la dentiera lavora in un ambito dinamico: la mandibola esegue numerosi movimenti e la muscolatura delle labbra e delle guance, nonchè la lingua, tendono a scalzare via gli apparecchi, in modo particolare quelli inferiori. 

Le dentiere, pertanto, richiedono un certo periodo di adattamento, durante il quale il paziente impara a convivere con la protesi. 

Quando un paziente porta per la prima volta una dentiera prova una serie di disagi: 

 

  • la sensazione di un corpo estraneo in bocca,

  • piccole ferite dovute alla pressione delle protesi sulle mucosa orale,

  • la fonetica viene alterata,

  • Infine, anche la masticazione richiede un adattamento.


IMPARARE A MANGIARE 



Purtroppo è così: chi è costretto a ricorrere alla dentiera completa deve imparare a mangiare,
Alcuni movimenti infatti sono limitati: con una dentiera ad esempio è difficile mordere un panino o un frutto, poichè essa viene scalzata via, non si può masticare da un solo lato in quanto l'altro tende a cadere ecc.
Bisogna tagliare il cibo in piccoli pezzi e masticare con entrambi i lati per aumentarne la stabilità.

Infine bisogna mangiare cibi soffici poiché la capacità di triturazione di queste protesi è ridotta rispetto ai denti naturali. 
 

CON IL TEMPO LE COSE MIGLIORANO

I disagi sopra descritti, per fortuna dopo qualche mese si attenuano. I portatori di protesi con il tempo si abituano a convivere con la dentiera, imparano a masticare e a controllare i movimenti per impedire che le protesi si muovano troppo. 

Con le dentiere si possono avere dei vantaggi utilizzando gli adesivi per protesi.

VEDIAMO ORA COME L'IMPLANTOLOGIA CI VIENE IN SOCCORSO

L'Evoluzione della dentiera

ALL ON FOUR

L' IMPLANTOLOGIA,  per un portatore di protesi mobile, può rappresentare una soluzione ai problemi di stabilità della dentiera o addirittura la soluzione che gli permette di buttare via la dentiera stessa. 

 

Il Prof. Branemark, uno dei padri della moderna implantologia dentale, affermò in un congresso del 2005:
"NESSUNO DOVRÀ PIU’ MORIRE CON I DENTI IMMERSI IN UN BICCHIER D’ACQUA"

​Mediante l'applicazione di 4 o 6 impianti osteointegrati si possono creare degli ancoraggi in grado di sostenere l'apparecchio trasformando, di fatto, una DENTIERA in una PROTESI FISSA.

 

Molto spesso inoltre, si riesce a realizzare il carico immediato, cioè l'applicazione della protesi sugli impianti entro 24/48 ore dall'intervento.
Grazie alla chirurgia computer guidata, infine, si possono inserire gli impianti con tecniche minimamente invasive.

 

Se vuoi saperne di più sulla tecnica ALL on Four clicca qui

 

Dentiera nel bicchiere d'acqua
Protesi mobile sheletrato con ganci e attacchi

 

Le protesi mobili parziali sono quelle protesi rimovibili riservate ai pazienti che non hanno perso tutti i denti ma che hanno ancora qualche elemento dentario su cui appoggiarsi. 

Queste protesi sono di 2 tipi: le placchette in resina e gli scheletrati.

Le prime sono molto simili alle dentiere: hanno una placca in resina rosa, sulla quale sono montati i denti in resina, e dei ganci per dare sostegno alla protesi. 

Gli scheletrati sono protesi mobili costituite da una base metallica in stellite (una lega in cromo-cobalto) leggerissima ma molto resistente, sulla quale vengono applicati i denti in resina. 
L'ancoraggio dello scheletrato si può ottenere o mediante ganci o mediante capsule con attacchi di precisione che, nascondendo il gancio, rendono la protesi esteticamente più gradevole.